mercoledì 6 febbraio 2013

Se n'è accorto

Lui se n'è accorto, se n'è quasi accorto. Ha fatto due più due, poco tempo - tanti chili e ha capito.
Mi ha interrogato, quasi accusato. Mi voleva spogliare delle mie bugie, voleva conoscere i miei segreti, insisteva, si insinuava con educazione, mi ha messo lentamente con le spalle al muro, aveva troppe prove, e io poche argomentazioni.
Ma non ho ceduto, non potrei mai cedere. Non può saperlo, forse sarei addirittura disposta a lasciarlo se lo scopre, se smette di credere alle mie bugie,ripetute così tante volte che sono riuscite a convincere persino me.
Forse lo lascerei, lui che è la mia vita, che è il mio tutto, forse lo allontanerei, perchè non capirebbe.
ha sempre saputo che tendo a tenere sotttocontrollo il peso quuando vedo qualche chilo in più,che tendo a mangiare poco e quasi nulla, ma non ha mai neanche immaginato il vomito.
Ora dubita,accusa,indaga,parla,sputa,cerca,si insinua,controlla,pressa...ora non posso sfuggire. Devo essere brava,devo essere attenta, devo essere scaltra.
Ora non posso sbagliare.
Ora devo mettercela tutta.
Altrimenti dovrò scegliere.......
...e io non voglio scegliere,sto bene così.

Nessun commento:

Posta un commento