giovedì 28 giugno 2012

Abbuffata deludente

Eccomi di nuovo qui, vi avevo detto che ce la stavo facendo, che ci stavo riuscendo stavo mangiando TANTO senza vomitare e mi mantenevo comunque sui 50 kg sicuramente mangiavo più di 2000 kcal al giorno senza ingrossare. Oddio ho preso un paio di chili considerato che pesavo 48 ma va bene lo stesso...

Ce la stavo facendo e oggi...oggi ci sono ricaduta,proprio due minuti fa, proprio prima di sedermi davanti al computer e sfogarmi con voi che potete capirmi. Proprio ora torno dal bagno, sì è una cosa vergognosa lo so ma non ce l'ho fatta. L'abbuffata mi ha chiamato, ho mangiato mangiato mangiato mangiato mangiato mangiato mangiato mangiato e non avete neanche IDEA di quanto io possa aver mangiato, non sapevo che potesse entrarmi così tanto cibo nello stomaco. Sto male, sarà lo stress per gli esami, per i voti degli scritti che non arrivano...sarà quel che sarà ma io sto male e mi sto ossessionando di nuovo.

Ieri mi sono guardata allo specchio e mi sono vista male, si ho nuovamente distorto l'immagine del mio corpo riflessa. Mi veniva da piangere,sembravo un piccolo balenottero che si nascondeva davanti allo specchio che però non lo faceva fuggire, lo teneva inchiodato lì, come se la mia pena fosse quella di dover continuare a guardarmi e a versare lacrime d'ossigeno.
 Ho paura perchè non sono in grado di controllarmi, e ho paura perchè a volte non ho neanche voglia di controllarmi, a volte ho sul serio voglia di vomitare, a volte vorrei gettare giù nello scarico tutto TUTTO, problemi paure delusioni. A volte vorrei trovare un modo per fuggire dalla vita. A volte vorrei essere magra fino a scomparire.

Meno male che c'è Lui, la creatura più bella mai esistente sulla terra. Ieri avevo voglia di parlare di sfogarmi, ma allo stesso tempo avevo paura, perchè so che non mi avrebbe capita,in fondo lui è lo stesso che mi costringe a mangiare e vuole che ingrossi.
Infatti ieri gli ho detto che voglio dimagrire, che sono ingrossata e quei due chili non mi piacciono affatto,che si vedono e che vorrei tornare almeno ai miei 48.
Si stava innervosendo,gli danno fastidio questi discorsi,per lui sono perfetta così,con il mio sedere a porcino e le mie forme poco accentuate, per le mie amiche sono troppo magra e per  mia madre con questi due chili in più sono perfetta.....per me?? Per me faccio schifo come sempre,anzi anche di più!

Un'altra nota dolente è che è da domenica che non facciamo sesso; si oggi è solo giovedì lo so.. ma per i nostri ritmi stare 4 giorni senza è tanto, e sinceramente mi manca, per come mi sento giù e abbattuta un pò d'Amore mi servirebbe eccome, un pò di dolcezza un pò di passione, un pò di sfogo, un pò di Lui.

Ora vado a studiare, o forse a piangere un pò...
Vi abbraccio tutte e se potete abbracciatemi anche voi, al momento ne avrei bisogno.
Sam*

martedì 19 giugno 2012

49.5 per miracolo

Oddio non ci crederete ma è da parecchio più di una settimana che sto mangiando tantissimo, veramente tanto e anche senza vomitare. solo poche volte non riesco a tenermi il cibo nello stomaco e se posso vado in bagno e getto via tutto.
Ma la cosa sconvolgente, è che nonostante stia mangiando come un lottatore di sumo, tipo 100 g di pasta più il secondo  e tanto pane, tutti i giorni ( cosa che non ho mai fatto, perchè pasta e pane sono sempre state  veleno figuriamoci mangiarne più di 100 g) e mangio un sacco di volte al giorno, colazione,ricreazione,pranzo,merenda,post-merenda e cena in quantità veramente esagerate. Mia madre prova invano a togliermi il cibo dalla bocca, e la notizia semplicemente incredibile è che non ho preso neanche un chilo. Sto sui 49 o 49.5 sempre. Si tempo fa ero arrivata a 48 kg lo so, ma considerato lo stress per gli esami ( che iniziano domani tra l'altro) e considerata la mia dieta da tirannosauro il peso è fantastico, non ci crederete mai, ma il mio metabolismo sembra rinato, non è mai stato così attivo; mangi mangio e mangio e non ingrosso. E' fantastico, queste sono le poche belle notizie della vita.
Per ora diciamo che mi accontento di 49.5 ma dopo gli esami si ritorna alla ricerca sfrenata dei 45 kg.

Sono relativamente felice per questa scoperta. Ora vi lascio, e vi consiglio di alternare un giorno di cibo normale ad una settimana di dieta ferrea così il vostro metabolismo si risveglierà e dimagrirete più in fretta.
Ora sono più o meno così, forse solo qualche grammo di più..
Vi abbraccio tutte,
Sam*

sabato 16 giugno 2012

Dovrei dimagrire

Dovrei darmi una mossa, l'estate è arrivata e da 48 kg anzi che dimagrire sono ingrassata.
Sarà lo stress per gli esami, sarà l'estate che mi fa venire fame, sarà che forse mi stanno convincendo ad ingrassare o sarà qualsiasi altra cosa, fatto sta che sto ingrassando e mi ero predisposta di arrivare a 45 kg.

L'unica cosa che mi frena è il seno. Ho un seno praticamente inesistente e ho paura che dimagrendo ancora potrei perderlo del tutto....da vestita raggiro il problema con i reggiseni imbottiti, ma a mare come posso fare? Sembro una bambina.
Non mi sono mai creata reali complessi per il mio poco cospicuo seno, però se ingrossasse anche solo di una taglia sarei infinitamente grata ad un ipotetico dio del quale non conosco ne volto e ne nome.
E sempre allo stesso dio,reale o immaginario che sia,astratto o concreto che sia,che si chiami Gesù,Geova o Allah, quando potrò finalmente guardarmi allo specchio con gli occhi colmi di lacrime d'orgoglio e non di vergogna, con il cuore che sta per esplodere per la soddisfazione e non per lo sconforto? Quando i miei occhi assumeranno una forma che rimanda anche solo lontanamente all'idea di felicità?

Non avrò mai risposte e già lo so, ma ora non devo deconcentrarmi,ho gli esami e tra qualche giorno iniziano gli scritti, speriamo che finiscano il prima possibile.
Non ho paura,non sono ansiosa o stressata, ne' spaventata; è come se quasi non m'importasse degli esami, non vedo l'ora che arrivino perché ho voglia di svegliarmi la mattina con la piena consapevolezza di non dover fare esattamente un cazzo tutto il giorno;per il resto che si chiamino esami di stato o esami del sangue, l'ansia è la stessa.
Sono usciti i quadri di fine anno e mi hanno ammesso agli esami con la media di 8,28. Non male. Chissà come andranno,voglio dare una soddisfazione ai miei, se la meritano altrimenti non mi cruggiolerei più di
tanto.
Buona vita ragazze, e buone vacanze a tutti!

giovedì 7 giugno 2012

Pro Ana?

Io cosa sono? Un'anoressica, una bulimica,una pro-ana o una pro-mia? IO cosa sono?
Sono il rifiuto della società,sono incapace di eccellere e incapace di provare quello spasmodico senso di soddisfazione totale che mi riempirebbe la vita.
Cos'è la soddisfazione? Casa vuol dire sentirsi soddisfatti di se stessi?
Io sono consapevole che l'anoressia e la bulimia siano delle malattie...
Sì ne sono consapevole..
Io lo so che sono delle malattie..
Lo so,sul serio lo so.....
Ma lo so veramente?
Sono veramente delle malattie? Sono fissazioni? Sono manifestazioni di paure,angoscia e dolore?
No, forse non so veramente cosa significhino.
Mi autodefinisco bulimica  perchè una bulimica mangia,si abbuffa fino allo sfinimento e poi vomita, e io mangio,mi abbuffo fino allo sfinimento e poi vomito.
Mi autodefinisco anoressica perchè le anoressiche contano le calorie,amano vedersi letteralmente scomparire,amano i digiuni e odiano il cibo,e io conto in continuazione le calorie,amo incredibilmente l'idea di essere un piccolo mucchietto di ossa che sta per scomparire,amo i digiuni e odio il rapporto conflittuale di odio/amore con il cibo.
Quindi per definizione medica io sarei un'anoressica e una bulimica,e mi definisco tale,ma non mi definisco malata.
Io non sono malata,non ho scelto Ana e Mia,e non so neanche se ho bisogno di loro,ma ricordo soltanto che fin da quando ho memoria loro fanno parte di me. Non riesco a ricordare la mia vita senza di loro.

Dico di sapere che anoressia e bulimia siano due malattie.
Dico di essere un'anoressica e una bulimica per definizione del dizionario.
Ma dico di non essere malata.

Allora mi chiedo: so veramente che sono delle malattie? E poi in fondo, lo sono realmente?
Io non mi sento malata, non mi sento bulimica ne anoressica, mi sento semplicemente me stessa, la stessa di sempre,semplicemente me.
Non voglio aiuto,non voglio compassione,non voglio essere compatita o assistita, voglio semplicemente vivere in pace,da sola come ho sempre fatto, tenendomi tutto dentro.Voglio cavarmela da sola,senza bisogno di aiuto da parte di nessuno, voglio la mia vita e miei problemi e li voglio risolvere io. Non ho bisogno di voi,nè delle vostre sentenze nè dei vostri sguardi caritatevoli.
Non ho bisogno nè di critiche nè di parole di riguardo. Voglio la mia vita,le mie paure e i miei dolori e li voglio vivere fino in fondo fino a distruggerli DA SOLA, fino a scomparire DA SOLA.

Chiamatele malattie o pazzie di ragazzini senza valori,o se volete anche disgrazie; insomma chiamatele come vi pare,in fondo io sono semplicemente Sam* malata o sana non lo so e non m'importa perchè sono così da sempre,e la mia personalità è l'unica cosa integra e solida che mi rimane e voi non me la porterete via etichettandomi con un nome che non mi appartiene.
Io sono Sam, e solo io so chi sono,e forse non lo so neanche bene.

lunedì 4 giugno 2012

Obesità

Peso attuale: 51 kg

Peso standard: 48.5 kg

peso desiderato: 45kg

Com'è possibile? Sono mesi che peso sempre tra i 48 e i 49 chili, etto più, etto meno....e oggi?
Oggi mi ritrovo a pesare 51 kg, come se fossi una immane palla di lardo che si nasconde tra la stoffa dei vestiti.
Non riesco a crederci,51 kg!
Vorrei urlare,piangere,incazzarmi,gridare al mondo quanto fa schifo ma non riesco a fare nulla.
Sapete qual'è l'unica cosa che riesco a fare? MANGIARE.
Si esattamente, vorrei andare in cucina e ingozzarmi di qualsiasi sottospecie di cibo io riesca a fornirmi. se mia madre non fosse in casa sarei già corsa ad abbuffarmi per poi vomitare anche l'anima nel gabinetto.

Il cibo è la mia unica via di fuga. 
E' la mia medicina, ma anche il veleno della mia incurabile malattia.

Entro domenica dovrò pesare almeno 48.5 kg. Posso farcela?

sabato 2 giugno 2012

Una ricerca estenuante di una perfezione idealizzata, forse inesistente

La mia vita è strana, apparentemente perfetta ma così complicata per la mia visione distorta del mondo.
Fidanzato straordinario.
Famiglia fantastica.
Voti a scuola ottimi.
Fratello ideale.
Amicizie giuste.
Buona situazione economica.
Benvoluta dai professori.
Portata per lo sport.
Dotata nello studio.
Incredibilmente abile nel complicarsi la vita.

Soffro di disturbi dell'alimentazione sin dall'inizio dell'adolescenza, dopo aver passato anni a sentirmi fuori luogo, grossa e cicciotta per la mia età ho iniziato a coltivare nella mente un'idea malata, un'idea straziante, un'idea che non è mia, un'idea che mi è stata innestata dal mondo: l'idea che la magrezza avrebbe risolto tutto, mi avrebbe reso completamente perfetta, L'IDEA DI ANA.
Non mi sono mai sentita abbastanza, mai abbastanza brava, mai abbastanza bella, mai abbastanza la figlia perfetta, mai abbastanza l'amica perfetta, mai abbastanza la fidanzata perfetta, mai abbastanza perfetta per il mondo.
Era come se dovessi sempre dare di più, dare più del mio massimo per essere accettata...una ricerca sfrenata di affetto. Volevo essere accettata, come se avessi sempre avuto bisogno di conferme dalla vita.
E tutt'ora non mi sento abbastanza...non mi sento mai abbastanza, mai mai mai mai mai mai mai mai mai mai.

Una ricerca estenuante di una perfezione idealizzata, forse inesistente
Da tanto sono stanca di lottare contro la mia testa,contro la mia anima che non è mai sazia, contro il mio cuore che ha sempre paura,contro la mia autostima che si dimentica di svegliarsi la mattina, contro la società che deforma la mia mente. E' tutta colpa della mia infanzia da obesa, della crescita prematura dovuta a problemi familiari, una bambina costretta a fare la grande perchè in un periodo di crisi i grandi avevano perso la forza di combattere. Una bambina che si è sentita la causa di problemi che non le appartenevano, che però se li è caricati sulle spalle e ha lottato al posto di altri. Una bambina che è dovuta crescere per forza.
Una bambina che ha perso in un colpo l'incanto dell'infanzia. Questa bambina sono io, con i miei problemi, con i miei pensieri che nessuno conosce, con le mie convinzioni, con i miei sogni, con le mie lotte, con le mie diete, con i sorrisi e con i pianti, con la voce da adulta e il cuore di bimba.
Questa bambina sono io, una ragazza con la sindrome di Peter Pan.
Questa bambina sono io, una ragazza che è diventata anoressica di nascosto dal mondo.
Questa bambina sono io, una ragazza che ormai non sa più che vuole, cosa è giusto e cosa è sbagliato, chi deve essere o chi deve fingere di essere, ma soprattutto chi è veramente.

Io sono quella che leggete tra le pagine di questo blog? O sono quella che vedono i compagni a scuola? O sono quella che vedono i miei genitori a casa? O sono quella che vede il mio ragazzo ogni sera? O sono quella che gli amici di un tempo conoscono?

Sono quella che amava bere ma ha smesso perchè gli alcolici sono ipercalorici? Sono quella che ama mangiare,si abbuffa e poi vomita? Sono quella che per una settimana digiuna e schifa qualsiasi forma di cibo?
Sono quella che un tempo amava le pazzie e le cazzate ma che ha smesso perchè il perbenismo forzato le sembra più adeguato a questo mondo? Sono quella che faceva filone a scuola ogni tre giorni e che ora è diventata la brava bimba diligente con tutti i voti alti? Sono io o e Ana?
Chi sono io? Ormai non lo so più..mi guardo allo specchio e non mi riconosco,vedo un fisico che non mi appartiene e che non mi soddisfa..mi ascolto mentre parlo e dico cose che non penso...mi sento mentre mi contraddico..mi sento mentre mento incessantemente...so di essere Sam ma sembra quasi di non conoscermi.

Sono stanca di lottare per la perfezione, di non sentirmi mai abbastanza, di voler essere sempre di più..
Sono stanca.
Vorrei essere gracile,piccola e invisibile...così leggera da scomparire.