venerdì 18 maggio 2012

Tutti mi dicono: INGROSSA!

Non c'è la faccio più, non riesco più a capire il mondo.
Sono io che sono sbagliata oppure gli altri mi confondono...
Ho passato una vita a voler dimagrire,  a voler eliminare i 63 chili, poi i 59, poi i 55, fino a raggiungere un peso standard che oscilla tra 48 e 49. Gli altri hanno passato una vita a dirmi che ero pienotta.."cicciottella", da sempre, sin da piccola, quasi mi vergognavo a mangiare davanti agli altri; e ora? Ora mi assillano dicendo che sono troppo magra? Sciupata? Anoressica? Senza forme? Con il viso scavato e gli zigomi sporgenti? Che sto scomparendo?
Non capisco cosa vuole il mondo da me? Come MI vuole il mondo?

Sembra un altalena senza fine, come diceva Schopenauer: " La vita è come un pendolo che oscilla incessantemente tra dolore e noia, passando per l'attimo fugace che è il piacere"

Io quest'attimo fugace non l'ho ancora conosciuto, non ho mai provato quella sensazione di soddisfazione guardando il mio riflesso deforme nello specchio. Forse non lo conoscerò mai, o forse ci sono passata affianco senza incrociarlo, senza accorgermi che era così vicino quasi da poterlo sfiorare.

Dalle 7 di questa mattina che ho ricevuto insulti (che per me sono complimenti) sulla mia "magrezza" (a loro dire..)
Mia madre quando mi ha visto in bagno voleva che mi pesassi davanti a lei perchè mi vede troppo magra,TROPPO. Io continuo a mentirle dicendo che peso 53/54 chili, se avesse visto i 48 mi avrebbe messo all'ingrasso all'istante.
A scuola più di qualche compagno mia ha detto che sono troppo magra, che sembra quasi che stia per spezzarmi, che dovrei mangiare e prendere qualche chilo.
Tornando a casa all'una con una mia amica, lei moriva di caldo e io tremavo dal freddo, secondo lei perchè sono tutta ossa.
Oggi pomeriggio sono andata al tabacchino con il mio ragazzo,dove siamo soliti comprare le sigarette insieme; la tabaccaia mi dice: "Pensavo vi foste lasciati, è da assai che non vi vedevo insieme e in più ti ho vista dimagrita,sciupata e magrissima"
Stasera una persona a me molto cara, che è a conoscenza di alcune mie crisi bulimiche, mi ha detto che devo prendere almeno 5/6 chili ( ma stiamo scherzando?). Cercava di convincermi, quasi sull'orlo del nervosismo. Io non sapevo come rispondere e come reagire, sono rimasta immobile e zitta e l'unica frase che sono riuscita a sillabare è stata: "A me piaccio così", che poi non è neanche vero..mi vedo sempre grossa e deforme, magari riuscissi a piacermi.

Sul serio non riesco a capire gli occhi del resto del mondo, e loro non capiscono i miei.

In ultimo c'è lui, l'uomo che amo più del mio stesso corpo.
E' un pò di tempo che si innervosisce sempre con me, secondo lui sto diventando anoressica solo perchè oggi al supermercato mi vedeva schifare tutti i cibi con 350 kcal per 100g tipo il pancarré..
Ha detto che se capta qualche sintomo di anoressia si incazzerà come un pazzo e mi metterà all'ingrasso costringendomi a mangiare davanti ai suoi occhi. Ha già capito che mento la sera quando gli dico che ho cenato a casa mentre ai miei dico che ho cenato fuori con lui.
Lo amo da impazzire come non ho mai amato, come non pensavo si potesse amare; eppure spero che non mi metterà mai nella condizione di scegliere tra lui e Ana perché molto probabilmente sceglierei lei.
Lui è alto, magro e con gli addominali scolpiti; non sa cosa significa guardarsi allo specchio e volerlo spaccare.

SONO ANGOSCIATA DAL MONDO CHE MI CIRCONDA TANTO QUANTO MI ANGOSCIA QUELLO CHE HO DENTRO.
Ma la mia mente conta più di tutto, io decido di me stessa, del mio corpo e del mio benessere.
Io e Ana.

Nessun commento:

Posta un commento