lunedì 14 maggio 2012

Comunione = troppo cibo

Oggi pomeriggio sono andata a mare e tutti mi dicevano "mado quanto sei magra" "stai scomparendo" e cose così. Sono degli ipocriti perchè mentono, lo sanno benissimo che non sono nè magra nè bella ma continuano ad insultarmi senza volerlo.
A parte il vedermi obesa e cicciona, e il sentirmi un pò a disagio in costume da bagno mi sono divertita, è stato un pomeriggio rilassante all'insegna dell'abbronzatura, anche se come al solito il sole quando vede me sulla spiaggia cambia strada.

Stasera purtroppo non sono potuta uscire con A perchè sono dovuta andare alla festa di comunione di mia cugina. E' stato un incubo,esclusa la noia invivibile non sono riuscita a resistere al cibo, ho mangiato da fare schifo, è stata un'orgia di cibo di quelle indescrivibili,ho mangiato fino a star male, fino a scoppiare...e non riuscivo a fermarmi, ne volevo ancora, ancora e ancora. Ad un certo punto mi stavo facendo schifo da sola, mi sentivo enorme, e tutti gli sforzi di questi giorni senza abbuffate sarebbero andati persi,così sono corsa in bagno e ho vomitato tutto, con due semplici dita in gola mi sono svuotata di angosce e dolori che mi avrebbero tormentato per tutta la notte.
Però stavo male, era da circa una settimana che non vomitavo. Avevo la faccia gonfissima, gli occhi fuori dalle orbite iniettati di sangue e il solco sul dito provocato dai denti era più visibile che mai.
L'unico lato positivo è che ho vomitato quasi tutto, e dico quasi perché purtroppo per il mio corpo qualche rimasuglio di cibo è rimasto nello stomaco.

Quando ho tirato lo scarico guardavo il cibo che roteava in miracolosi arabesque nella tazza del water, mi veniva da piangere,mi veniva da picchiarmi da sola, mi guardavo allo specchio con la faccia deformata dallo sforzo, un pò mi disgustavo e un pò mi ripugnavo, eppure lo specchio mi rispondeva con un piccolo minuscolo e debole sorriso sulle mie stesse labbra, perchè quella era la cosa giusta da fare.
Ho mangiato e ho dovuto pagare.

Nessun commento:

Posta un commento