giovedì 31 maggio 2012

Che Ana mi salvi...

E' da qualche giorno che non avevo più il coraggio di scrivere;sarà stato lo stress per il ciclo che non arrivava, sarà stata la mia incapacità di controllarmi di fronte al cibo,sarà stato che mi stavano convincendo che "TROPPO MAGRO=BRUTTO" ma non riuscivo più a trovare me stessa.

In questi giorni ho mangiato non so quante calorie, molte volte anche senza vomitare e l'unica cosa buona che ne è ricavato è stata la scoperta che il mio metabolismo NON E' MORTO. 
Peso 49.5 kg
Si sono una vacca obesa, avevo raggiunto i 48 e ora ho preso un chilo e mezzo, considerato che quasi un chilo è dovuto al ciclo che mi è appena venuto, e considerato quanto ho mangiato si può dire che non sono ingrossata così tanto.

Ero terrorizzata dai giorni senza vomito,dai giorni senza freni e senza regole, ero convinta di ritrovarmi con non so quanti chili in più e tutto sommato non è andata male.

Ma il problema principale è che mi stanno quasi convincendo ad ingrossare, sembra una coalizione di gente che si ostina a vedermi magra..stavano quasi per farmi credere che forse non c'è bisogno di dimagrire ancora.
Sono una pazza.

Sono una pazza. 

Sono una pazza.

Aiutatemi, sembra quasi che la mia personalità non sia abbastanza forte.
Però devo prendere una decisione,o dentro o fuori. O magra o come mi vogliono loro.
Scelgo di essere magra. *45 kg* 

Con 45 kg sarei perfetta,contenta e felice.
Non dovrò più tradire il mio corpo, da oggi la cena è abolita. E si ritorna alle 300 cal al giorno.
Almeno per il viaggio a Ibiza quest'estate dovrò essere pronta,dovrò pesare almeno 45kg.
Speriamo bene, CHE ANA MI SALVI...

domenica 27 maggio 2012

Periodo di smarrimento..

Non so cosa mi stia succedendo ma sono completamente a pezzi, non ho più la forza di resistere al cibo.
Vengo da una settimana di abbuffate senza controllo, peso 49.5 kg e sto per mettermi a urlare contro il mondo intero.
Ho la testa piena di nebbia, affogo in tutta questa nebbia, non respiro, mi sento male, soffoco, qualcuno deve aiutarmi...
Il cibo mi sta distruggendo, io DIPENDO COMPLETAMENTE DAL MIO PESO, dalla sentenza della bilancia ogni mattina, dalle ossa che ogni tanto si nascondono, dipendo dai digiuni e dalle abbuffate, non riesco a fare a meno ne' degli uni e ne' delle altre.

Il ciclo ancora non mi viene, mi sento gonfia come una mongolfiera e ho gli ormoni in preda ad una crisi isterica da circa 5 giorni. Spero che il chilo che mi ritrovo in più sia dovuto al ciclo e che appena mi viene ritorno a pesare 48.5 ....speriamo.

Il mio ragazzo ieri sera mi ha costretto a mangiare, e io non ho saputo resistere.
Ho mangiato un pezzo di focaccia semplice e un pezzettino di rustico...mi stavo disgustando così come di routine sono andata in bagno a vomitare tutto..
Poi abbiamo fatto l'amore e come al solito è stata pura magia. Solo lui sa farmi sognare,godere,ansimare,respirare e vivere. Solo lui non mi fa soffocare.

Ho bisogno di una sigaretta..ne ho davvero tanto bisogno, ma non so come fare.
Ora mi abbandono a me stessa e dormo un pò...spero di dormire senza sogni, dato che si tratta quasi sempre di incubi.

Buona domenica a tutte ragazze, e cercate di vivere!!

domenica 20 maggio 2012

DAL FREDDO AL CALDO

Oggi è stata una giornata strana..mi sono svegliata incazzata con il mondo;  provavo un vero e proprio rigetto per la vita e per tutto ciò che mi circondava.
Ho vissuto col nervosismo ancorato alle vene fino alle 7 di sera, con la rabbia che scorreva più forte e veloce dell'adrenalina,che mi si arrampicava addosso e mi consumava..la scaraventavo contro gli altri in cerca di liberazione ma non ci sono riuscita.
Appena sono rimasta sola a casa sono stata vittima di una crisi bulimica, ho ingoiato il cibo quasi senza masticarlo,solo per mangiare e divorare. Ero senza controllo,senza freni e senza pudore..mi sono avventata verso il frigo come se attendessi con ansia quel momento di goduria, piacere e pura distruzione.
Ho riempito il mio stomaco quasi fino a scoppiare e mentre ancora stavo masticando l'ultimo boccone mi dirigevo verso il bagno sorridente e disgustata allo stesso tempo.
Ho chiuso la porta a chiave anche se ero sola in casa, come se volessi nascondermi persino dalle mura che mi circondano,senza lasciare testimoni..una sorta di incontro mistico e segreto tra me, il bagno e il mio malato modo di vivere.
Mi sono svuotata, di tutto il cibo che avevo in corpo, e mentre gettavo nel water il peso solido che avevo nello stomaco, ho spedito nelle fogne anche il peso astratto che avevo sul cuore.

Poi mi sono fatta una doccia, di quelle lunghe e rilassanti con la musica di Venditti che mi riempiva i pensieri; mi sono lavata così a lungo quasi volessi cancellare il gesto di pochi attimi prima; ho depurato il mio corpo fingendo così che non fosse successo niente,ma è successo. L'ho fatto ancora, e chissà quante volte lo rifarò.
Amo i giorni di digiuno, vivendo con sole 200 cal, ma mi distruggono e mi ritrovo a ingurgitare cibo a più non posso come se volessi mangiare in 2 minuti tutto il cibo rifiutato durante la settimana.

Poi mi sono pesata: 48.5 kg, ho sorriso alla bilancia perché non mi ha deluso, avevo il terrore della sua sentenza ma non è stata poi tanto irragionevole.

Stasera con Lui abbiamo fatto l'amore, l'amore a ritmo di musica fino a quando non abbiamo perso le forze e siamo rimasti l'uno accanto all'altra sdraiati con le nostre nudità che si sfioravano ad ascoltare il CD della nostra storia, a scambiarci carezze, baci e un'infinità di TI AMO sussurrati..
E' stata una serata di poesia solidificata...avrei voluto che non avesse mai fine.

Eppure in tutta questa perfezione non facevo altro che pensare ad Ana e a come l'ho tradita.
Non deve succedere più...però succederà, succede sempre e non posso farne a meno.
Ana aiutami a raggiungere quella perfezione utopica che esiste solo nella mia testa e che non so neanche come sia fatta.

Oggi è stata una giornata di sbalzi, una giornata piena.
Sono passata dal GELO della mia rabbia, al CALORE delle Sue braccia.


Vi abbraccio tutte, Sam*

venerdì 18 maggio 2012

Tutti mi dicono: INGROSSA!

Non c'è la faccio più, non riesco più a capire il mondo.
Sono io che sono sbagliata oppure gli altri mi confondono...
Ho passato una vita a voler dimagrire,  a voler eliminare i 63 chili, poi i 59, poi i 55, fino a raggiungere un peso standard che oscilla tra 48 e 49. Gli altri hanno passato una vita a dirmi che ero pienotta.."cicciottella", da sempre, sin da piccola, quasi mi vergognavo a mangiare davanti agli altri; e ora? Ora mi assillano dicendo che sono troppo magra? Sciupata? Anoressica? Senza forme? Con il viso scavato e gli zigomi sporgenti? Che sto scomparendo?
Non capisco cosa vuole il mondo da me? Come MI vuole il mondo?

Sembra un altalena senza fine, come diceva Schopenauer: " La vita è come un pendolo che oscilla incessantemente tra dolore e noia, passando per l'attimo fugace che è il piacere"

Io quest'attimo fugace non l'ho ancora conosciuto, non ho mai provato quella sensazione di soddisfazione guardando il mio riflesso deforme nello specchio. Forse non lo conoscerò mai, o forse ci sono passata affianco senza incrociarlo, senza accorgermi che era così vicino quasi da poterlo sfiorare.

Dalle 7 di questa mattina che ho ricevuto insulti (che per me sono complimenti) sulla mia "magrezza" (a loro dire..)
Mia madre quando mi ha visto in bagno voleva che mi pesassi davanti a lei perchè mi vede troppo magra,TROPPO. Io continuo a mentirle dicendo che peso 53/54 chili, se avesse visto i 48 mi avrebbe messo all'ingrasso all'istante.
A scuola più di qualche compagno mia ha detto che sono troppo magra, che sembra quasi che stia per spezzarmi, che dovrei mangiare e prendere qualche chilo.
Tornando a casa all'una con una mia amica, lei moriva di caldo e io tremavo dal freddo, secondo lei perchè sono tutta ossa.
Oggi pomeriggio sono andata al tabacchino con il mio ragazzo,dove siamo soliti comprare le sigarette insieme; la tabaccaia mi dice: "Pensavo vi foste lasciati, è da assai che non vi vedevo insieme e in più ti ho vista dimagrita,sciupata e magrissima"
Stasera una persona a me molto cara, che è a conoscenza di alcune mie crisi bulimiche, mi ha detto che devo prendere almeno 5/6 chili ( ma stiamo scherzando?). Cercava di convincermi, quasi sull'orlo del nervosismo. Io non sapevo come rispondere e come reagire, sono rimasta immobile e zitta e l'unica frase che sono riuscita a sillabare è stata: "A me piaccio così", che poi non è neanche vero..mi vedo sempre grossa e deforme, magari riuscissi a piacermi.

Sul serio non riesco a capire gli occhi del resto del mondo, e loro non capiscono i miei.

In ultimo c'è lui, l'uomo che amo più del mio stesso corpo.
E' un pò di tempo che si innervosisce sempre con me, secondo lui sto diventando anoressica solo perchè oggi al supermercato mi vedeva schifare tutti i cibi con 350 kcal per 100g tipo il pancarré..
Ha detto che se capta qualche sintomo di anoressia si incazzerà come un pazzo e mi metterà all'ingrasso costringendomi a mangiare davanti ai suoi occhi. Ha già capito che mento la sera quando gli dico che ho cenato a casa mentre ai miei dico che ho cenato fuori con lui.
Lo amo da impazzire come non ho mai amato, come non pensavo si potesse amare; eppure spero che non mi metterà mai nella condizione di scegliere tra lui e Ana perché molto probabilmente sceglierei lei.
Lui è alto, magro e con gli addominali scolpiti; non sa cosa significa guardarsi allo specchio e volerlo spaccare.

SONO ANGOSCIATA DAL MONDO CHE MI CIRCONDA TANTO QUANTO MI ANGOSCIA QUELLO CHE HO DENTRO.
Ma la mia mente conta più di tutto, io decido di me stessa, del mio corpo e del mio benessere.
Io e Ana.

mercoledì 16 maggio 2012

ODI ET AMO



  • ODIO IL CIBO
  • ODIO PERDERE  IL CONTROLLO
  • ODIO ESSERE COSTRETTA A MANGIARE
  • ODIO I CIBI BUONI E GRASSI
  • ODIO PIANGERE DAVANTI ALLO SPECCHIO
  • ODIO I PROFUMI CHE APRONO LO STOMACO
  • ODIO SENTIRMI SAZIA
  • ODIO L'AGO DELLA BILANCIA
  • ODIO ME STESSA E IL MIO GRASSO
  • ODIO VIVERE SOFFOCANDO LACRIME
  • ODIO IMPROVVISARE SORRISI FORZATI
  • ODIO QUESTO MONDO INSANO E PERVERSO
  • ODIO ESSERE SEMPRE FUORI LUOGO


  • AMO DIGIUNARE
  • AMO CONTROLLARE IL MIO CORPO
  • AMO IL DISGUSTO PER IL CIBO
  • AMO LE MIE OSSA
  • AMO I GIRAMENTI DI TESTA
  • AMO ANA E MIA
  • AMO VIVERE CON 200/300 KCAL AL GIORNO
  • AMO SENTIRMI LEGGERA
  • AMO IMMAGINARE DI POTER SCOMPARIRE
  • AMO I MIEI SOGNI
  • AMO RIFUGIARMI IN ME STESSA E SCAPPARE DAL MONDO



martedì 15 maggio 2012

NUOVO GIORNO


Oggi ho mangiato un sacco, ho superato di molto la soglia delle 200 kcal giornaliere.
Su costrizione dei miei genitori ho mangiato fino a 300 kcal, purtroppo stasera devo andare a casa del mio ragazzo e lì tutti mi costringeranno a mangiare -.- come se a 18 anni non posso decidere io cosa e se mangiare.
Non so che scusa inventare, speriamo di riuscire a digiunare...se avete scuse disponibili vi sarei grata.
Mi sento enorme ho mangiato troppo, non riesco a tenere tutto nello stomaco.

L'unica parte positiva della giornata è che stasera vedrò il mio amore finalmente, speriamo bene perchè non ho proprio la testa per sostenere un eventuale litigio.
Per il resto non ho nessuna novità...i soliti pensieri,le solite paure e le solite fissazioni; ma si tira avanti con i soliti     sorrisi falsi e passando i giorni a CONTARE LE CALORIE.

lunedì 14 maggio 2012

Comunione = troppo cibo

Oggi pomeriggio sono andata a mare e tutti mi dicevano "mado quanto sei magra" "stai scomparendo" e cose così. Sono degli ipocriti perchè mentono, lo sanno benissimo che non sono nè magra nè bella ma continuano ad insultarmi senza volerlo.
A parte il vedermi obesa e cicciona, e il sentirmi un pò a disagio in costume da bagno mi sono divertita, è stato un pomeriggio rilassante all'insegna dell'abbronzatura, anche se come al solito il sole quando vede me sulla spiaggia cambia strada.

Stasera purtroppo non sono potuta uscire con A perchè sono dovuta andare alla festa di comunione di mia cugina. E' stato un incubo,esclusa la noia invivibile non sono riuscita a resistere al cibo, ho mangiato da fare schifo, è stata un'orgia di cibo di quelle indescrivibili,ho mangiato fino a star male, fino a scoppiare...e non riuscivo a fermarmi, ne volevo ancora, ancora e ancora. Ad un certo punto mi stavo facendo schifo da sola, mi sentivo enorme, e tutti gli sforzi di questi giorni senza abbuffate sarebbero andati persi,così sono corsa in bagno e ho vomitato tutto, con due semplici dita in gola mi sono svuotata di angosce e dolori che mi avrebbero tormentato per tutta la notte.
Però stavo male, era da circa una settimana che non vomitavo. Avevo la faccia gonfissima, gli occhi fuori dalle orbite iniettati di sangue e il solco sul dito provocato dai denti era più visibile che mai.
L'unico lato positivo è che ho vomitato quasi tutto, e dico quasi perché purtroppo per il mio corpo qualche rimasuglio di cibo è rimasto nello stomaco.

Quando ho tirato lo scarico guardavo il cibo che roteava in miracolosi arabesque nella tazza del water, mi veniva da piangere,mi veniva da picchiarmi da sola, mi guardavo allo specchio con la faccia deformata dallo sforzo, un pò mi disgustavo e un pò mi ripugnavo, eppure lo specchio mi rispondeva con un piccolo minuscolo e debole sorriso sulle mie stesse labbra, perchè quella era la cosa giusta da fare.
Ho mangiato e ho dovuto pagare.

domenica 13 maggio 2012

SPECCHIO

Ragazze sono appena andata a pesarmi e peso 48kg e 800, si lo so è sempre tantissimo, ma mi sono guardata allo specchio e mi facevo un pò meno schifo, mi sento più magra e mi vedo più magra :D
OBBIETTIVO  43 kg sto arrivandooo :D

COLAZIONE un piccolo kiwi= 35 kcal
PRANZO: 25 gr di pasta in bianco(35 kcal),50 gr di fettina di vitello magra(50 kcal), due cucchiai di macedonia senza zucchero(max 30 kcal)
CENA: digiunerò

TOT: 150 kcal non è male, ma potevo fare meglio.

Una notte strana..

Ieri sera sono uscita con A, il mio ragazzo. Stiamo insieme da più di 1 anno e mezzo ormai, ma talvolta mi sento così distante da lui, così incredibilmente sola, come se stessi baciando un estraneo. Non so se vi è mai capitato, ma a me sembra quasi che in qualche istante il mio cervello si resetti completamente,mi svuoto di ricordi sogni idee e anche di emozioni per avere subito dopo un crollo mentale e fisico.
Si generalmente mi succede così e non so come diamine evitarlo. Quando il mio cervello si spegne divento limpida, assolutamente razionale, fredda e priva di emozioni, ma il cervello spento mi risucchia le energie perchè quando si riaccende mi abbatte manco avessi corso per ore intere, mi ritrovo a sdraiarmi sul divano inerme con i muscoli pesanti e il cuore di nuovo palpitante, e chissà come mai quasi sempre con una lacrima che scende sul viso. Passo da essere fredda e completamente assente fino a diventare UN VORTICE INCONTROLLABILE DI EMOZIONI.
Ieri abbiamo visto un film e poi abbiamo fatto l'amore, ma a me non andava, non mi andava affatto.
Io sarei voluta restare su quel divano in silenzio tutta la sera a riflettere per fatti miei, ma vedevo nei suoi occhi la sofferenza nel vedermi così assente e mi sono stampata come al solito un bel sorriso finto sulle labbra e ho iniziato a baciarlo finchè non ci siamo ritrovati stesi l'uno sopra l'altra, con i corpi incrociati e i respiri ansimanti.
E' stato bello,  come sempre, lui è sempre bello, incredibilmente bello, forse troppo bello.
Ma quando è finito, sono rimasta lì stesa trattenendo senza motivo un fiume di lacrime che aveva voglia di scorrere sul mio viso. Ero triste da star male, e facevo star male anche lui, che mi guardava e come al solito pensava che fosse per colpa sua, che io pian piano stessi smettendo di amarlo, ma non è così...
Mi sono stesa come una bambina, con le ginocchia tra le braccia e il viso nascosto dai capelli, fingendo di star bene. Lui si è steso affianco a me,e mi ha spinto vicino al suo petto avvolgendomi con le sue braccia; mi sento così protetta quando sono con lui, e talvolta anche così vulnerabile.
Perchè so che lui per me è una dipendenza,so che potrebbe distruggermi anche solo negandomi un sorriso..non riesco a scacciare dalla mente l'idea della FINZIONE. Tutta la mia vita è una finzione e lui finge di amarmi,crede di amarmi ma non è così, perchè non si può amare una ragazza egoista, lunatica, arrogante, presuntuosa, e indescrivibilmente imperfetta.
Nessuno può amarmi per quello che sono perchè sono sempre fuori luogo, non sono brava in nulla, SONO UN VORTICE INCONTROLLABILE DI EMOZIONI che ha paura del mondo.
Ho paura anche di te A che dici di amarmi, che mi guardi e mi ripeti che sono bella, che mi costringi a mangiare, che mi canti canzoni d'amore, che mi dedichi la poesia del tuo sguardo e delle tue parole, che mi hai corteggiata per anni prima di avermi, che mi amavi anche quando ero un'abominevole stronza e neanche ti guardavo, ho paura di te perchè sei troppo per essere vero, ti accorgerai che non ne valgo la pena e mi lascerai come si fa con i cani,
sul ciglio di una strada, a inseguire la macchina che si allontana senza raggiungerla mai più.

sabato 12 maggio 2012

Lettera ad Ana

Cara Ana,
guardami! Guardami attraverso i miei stessi occhi e poi dimmi cosa pensi? Vado bene così? Allora che dici?
"NO" questa è la tua risposta, ed hai ragione perchè di certo non vado bene così.
Dammi la forza cara Ana.
Dammi la forza di migliorarmi.
Dammi la forza di rendermi perfetta.
Dammi la forza di perdere quei dannatissimi chi li troppo.
Da più di 6 anni che mi aiuti in silenzio, vivendo di nascosto, riempiendomi la vita, dandomi un obbiettivo.
Sei la mia luce ispiratrice e la mia salvezza, tu mi completi e mi purifichi.
Perché quando non mangio il controllo mi rende viva, e quando mi abbuffo non vomito solo il cibo, ma anche ansie, paura del futuro, rabbia e dolore del presente, rimpianti e rimorsi del passato.
Io ho bisogno di digiunare, di ingannare il mio stomaco così come inganno il resto del mondo, ho bisogno di stare da sola in silenzio, sotto le pesanti coperte del mio letto, accarezzata dalle lenzuola e pensare e a vagare con la mente, a vivere in quel mondo ideale,perfetto e parallelo che esiste solo dentro di me.
Io ho bisogno di vomitare,ho bisogno di mangiare da sola lontano dal resto del mondo, ho bisogno di vedere la lancetta della bilancia che scende sempre di più.Ho bisogno di guardarmi nello specchio senza piangere.Ho bisogno di te nella mia vita perché sei una compagna fedele e leale. Tu non sei in grado di mentirmi, non lo fai mai, ma ti limiti ad aprirmi gli occhi sul mondo, a comunicarmi la realtà nella sua terrificante freddezza.

Ho bisogno di te ANA, resterai con me perché sto male, perché piango in silenzio e perché vivo come una proiezione della mente di qualcun altro.
Vivo senza neanche rendermi conto che sto vivendo.

1° pagina: Caro diario...

Caro diario,
sono qui sdraiata sul letto a pensare e a  star male, vivo ogni giorno nell'illusione che tutto vada bene ma non è così. Combatto costantemente contro il mio corpo, contro ciò che mi rende imperfetta e che mi tortura; combatto contro gli specchi che fanno male, combatto contro i miei occhi che si ostinano a guardare, combatto contro chi mi dice che sono bella e contro chi non me lo dice, combatto contro chi dice che sono magra e mente spudoratamente alla mia anima ancora fragile, combatto contro chi non ascolta il male del mondo e si ostina a dire che va tutto bene. Combatto contro tutti, combatto contro me stessa, combatto contro la mia famiglia, contro la scuola, contro il mio ragazzo....MA SOPRATTUTTO COMBATTO CONTRO IL CIBO.
Sì, la mia è una lotta che non avrà mai fine, bloccata in questo limbo dei 49 kg, mi ritrovo a piangere davanti allo specchio, a trattenere conati di vomito per il disgusto.
Ho bisogno di aiuto,ho bisogno di sentirmi sazia con l'aria, ho bisogno di genitori che non mi obblighino a mangiare, ho bisogno di un ragazzo che non mi obblighi a mangiare o che mi dica che sembro anoressica perchè non è vero.
Ho bisogno di dimagrire, ho bisogno di soddisfazioni dalla vita, ho bisogno di amore di gioia e di passione.
Ho bisogno di Ana ora e per sempre.